31 dicembre 2010

L'ultima Kodachrome, si chiude un'era nella fotografia



Giovedì 30 dicembre a mezzogiorno (le 19 in Italia) e' stato processato l'ultimo rullino Kodachrome della storia. Nell'ultimo laboratorio fotografico al mondo rimasto a operare sulla classica pellicola che nemmeno la Kodak produce più dal 2009.

Dal 1935 la Kodachrome ha fatto la storia della fotografia: utilizzata dai più grandi fotografi, specie quelli naturalisti, per l'altissima qualità dei dettagli e dei colori che nessun processo digitale fotografico è finora riuscito a uguagliare.

L'ultimo rullino e' stato processato al Dwayne's Photo, l'ultimo laboratorio fotografico al mondo che ancora aveva un'apparecchiatura K-14 adatta allo sviluppo della pellicola Kodachrome, situato a Parsons, una cittadina di 11 mila abitanti del Kansas.

L'ultimo rullino a essere processato e' stato quello di Dwayne Steinle, il proprietario e fondatore del laboratorio fotografico di Parsons: l'ultima foto sarà una immagine di gruppo di tutto lo staff davanti all'ingresso del suo negozio.

Il resto della notizia
Altre informazioni dal sito del New York Times

Se mi dai di più, forse posso anche pagarti



Dal suo blog anche Sandro Iovine, direttore della rivista "Il Fotografo", prende posizione riguardo la lettera che un gruppo di fotografi, che si sono visti rubare e manipolare dalla versione online del quotidiano "La repubblica" le loro foto, ha scritto per denunciare l'accaduto.

Nei giorni passati anche Michele Smargiassi dal suo blog aveva espresso la sua opinione al riguardo.

L'opinione di Sandro Iovine riguardo l'accaduto

30 dicembre 2010

Annunciato aggiornamento Hipstamatic 190 per iPhone



Imminente l'uscita dell'aggiornamento alla versione 1.90 della famosa applicazione per iPhone che ne trasforma la fotocamera in un simulatore di toycamera analogica con lenti e pellicola intercambiambili.

Tra le novita' annunciate ci sono un nuovo flash e una nuova pellicola monocromatica.

Vengono risolti anche alcuni bug dell'applicazione.

L'annuncio della nuova versione

Merry Xmas and Happy New Year To Y’all



Natale è andato, e in attesa di Capodanno e delle mete vacanziere che avete scelto per festeggiarlo, prendiamo in prestito la gallery pubblicata dal The Daily Beast, per dare una sbirciata al Natale di ieri.

Classici del Natale, con i bambini in un mare di giocattoli o lungo le spiagge della Florida con Santa Claus surfs, sotto l’albero a Memphis con Elvis Presley o a Roma con Sophia Loren, sott’acqua o sopra in compagnia delle Water-skiers della foto, che dal lontano 1969 ci augurano “Merry Xmas and Happy New Year To Y’all”.

Il resto della notizia
La galleria con alcuni classici scatti del Natale

29 dicembre 2010

FotoNote: Paolo Pellegrin



Il nuovo volume della collezione FotoNote raccoglie il meglio della produzione di Paolo Pellegrin, fotografo italiano dell’agenzia Magnum Photos: una carrellata di 10 anni di vita professionale vissuta sempre in prima fila, con la macchina fotografica incollata all’occhio.

La carriera di Paolo Pellegrin è costellata da innumerevoli premi e riconoscimenti internazionali, segno di quanto la forza e l’intelligenza dei suoi lavori si impongano, nel corso del tempo, come parti di un’opera universale e coerente.

Pellegrin incarna una nuova generazione di fotogiornalisti: cosciente dei nuovi mezzi di produzione e di diffusione delle immagini di attualità, impegnato a rinnovare la visione degli avvenimenti che documenta, attento sempre a mantenere un atteggiamento etico, nella forma e nei modi del proprio lavoro.

Il resto della notizia

28 dicembre 2010

Mostra Polaroid presso la Galleria Doozo



La mostra Polaroid presso la Galleria Doozo celebra la vittoria di un progetto considerato impossibile: il ritorno in commercio dei film pack della fotocamera che ha rivoluzionato il modo di fotografare e il concetto stesso di fotografia, che ha ispirato generazioni di artisti creando un’estetica nuova e irripetibile.
In mostra alla Galleria Doozo opere che attraversano cinque decadi della storia della fotografia.

Le Polaroids di Andy Warhol (1928-1987), capolavori che rappresentano un corpus eccezionale e relativamente sconosciuto della sua carriera artistica, quelle di Mario Schifano (1934-1998) attimi di furore creativo ed energia dionisiaca. Le opere di Carlo Mollino (1905-1973) rendono accessibili spazi e momenti di privacy, mentre quelle di Yasumasa Morimura (n. 1951) sono contaminazioni iconografiche tra l’Oriente e l’Occidente contemporanei, ibridi della massificazione globale. Infine, le Polaroids di Nobuyoshi Araki (n.1940), tra i fotografi giapponesi più acclamati, il ribelle che ha scandalizzato un intero sistema con la sua estetica erotica e sofisticata.

Polaroid esalta l’immediata soddisfazione intellettuale e fisica che offre questa icona degli anni ’60, quella complicità che si instaura tra chi guarda e chi è guardato.

Doozo Art Book e Sushi
Via Palermo 51/53 - Roma
Fino al 26 febbraio 2011
Orari mart-sab dalle 11.00 alle 22.00

Il resto della notizia

27 dicembre 2010

L’insostenibile leggerezza del pixel



Le foto della manifestazione del 14 dicembre a Roma contro la fiducia al Governo hanno fatto il giro del Web: siti personali, facebook, siti di scambi e condivisione di immagine, e quotidiani nazionali e internazionali.

E proprio in relazione alla pubblicazione delle foto di alcuni fotografi da parte della versione online di Repubblica, senza che essi ne fossero a conoscenza o fossero stati contattati a riguardo, è scaturita questa “lettera aperta”, che pone l’accento su una delle questioni più scottanti riguardanti la professione.

La lettera del gruppo di fotografi e il commento di Michele Smargiassi
Interessante topic sul gruppo Flickr "Fotografia Analogica - Italia"

24 dicembre 2010

Roma Sunu Senegal



In programma sino al 15 gennaio 2010 presso la Casa della Memoria e della Storia la mostra fotografica di Roberto Cavallini "Roma Sunu Senegal", straordinari scatti che evidenziano il percorso di integrazione della comunità senegalese nel territorio cittadino prescindendo da qualsiasi forma di estetismo.

L'iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione in collaborazione con l'Associazione di Volontariato Roma XVI con l'Africa e il coordinamento organizzativo del Servizio Spazi Culturali della V U.O. del Dipartimento Cultura in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

Una storia per immagini che si svolge nell'arco temporale che va dal 2006 al 2009 raccontando con la fotografia il cammino di riscatto umano ed artistico di alcuni senegalesi e le loro storie di migranti.

Casa della Memoria e della Storia
via San Francesco di Sales, 5 - Roma
dall'11 dicembre 2010 al 15 gennaio 2011
Orario: lun a sab 9.00 - 19.00
Ingresso libero

Altre informazioni dal sito del museo
Altre informazioni da "Punto di Svista"
Approfondimento di "Lo specchio incerto"

23 dicembre 2010

Menzione d'onore per Eleonora Calvelli



Eleonora Calvelli ottiene una menzione d’onore nell’ambito del Premio ROBERTO DEL CARLO Lucca Digital Photo Contest con il progetto “Rainbow Families“.

Altre informazioni

Il 2010 in foto secondo "The Big Picture"



Ripercorriamo il 2010 che sta' per terminare con 3 interessanti gallerie fotografiche del sito "The Big Picture".

Galleria 1 di 3
Galleria 2 di 3
Galleria 3 di 3

22 dicembre 2010

Mostra fotografica Made in Japan



Realizzata in collaborazione con a-g gallery e curata da Graziano Menolascina, la mostra è uno sguardo al Giappone più provocatorio e originale e presenterà opere di tre protagonisti assoluti dell'arte contemporanea internazionale:

Nobuyoshi Araki Yasuma Morimura, Hiroshi Sugimoto, a fianco del più giovane Yo Akao, da tempo attivo in Italia.

Saranno esposte installazioni, sculture ed opere fotografiche che raccontano quattro espressioni diverse di quella sensibilità tipicamente nipponica in bilico fra shock e spiritualità.

THE OFFICE Contemporary art presenta: "Made in Japan"
A cura di: Graziano Menolascina
dal 3 dicembre 2010 al 3 febbraio 2011
Via Ostilia 31 - Roma
Orari: dal lunedi al venerdì 10 – 18:30

Altre informazioni

21 dicembre 2010

Lisette Model - La forza dello sguardo



Lisette Model (1901-1983) è una fotografa americana di origine austriaca la cui opera consiste in gran parte in una straordinaria galleria di ritratti al contempo grotteschi e carichi di umanità.

Con il suo lavoro Lisette Model si è guadagnata un ruolo di spicco nell'ambito della cosiddetta Street Photography newyorkese degli anni '40.

Maestra di Diane Arbus, Model ha inaugurato uno stile fotografico più immediato e spontaneo volto ad immortalare gli aspetti effimeri di una realtà in perenne mutamento.

Il resto dell'interessante articolo

20 dicembre 2010

“Impronte di luce: fotografia e performance” – Spunti teorici con Samantha Marenzi



Il progetto Impronte di luce, che nella passata stagione ha proposto un ciclo di laboratori pratici di Fotografia Primordiale, apre quest’anno degli spunti di riflessione teorica sulle tracce lasciate da alcuni protagonisti della fotografia del Novecento.

Nell’ambito di una ricerca in corso sulla relazione tra fotografia e performance, Samantha Marenzi propone la lettura, teorica e visiva, dell’opera di fotografi e fotografe che hanno animato questo territorio, con l’intenzione di condividere una visione trasversale e non tecnicista di alcuni aspetti della cultura fotografica.

21 Dicembre h 19.00 Francesca Woodman – L’autoritratto come performance

Francesca Woodman è autrice di un corpus di immagini sostanzialmente costituito da autoritratti. Si tratta di un minuzioso affresco autobiografico che indaga la pratica della performance solitaria, l’azione scenica per un pubblico assente e differito, la composizione dell’immagine come relazione tra il movimento e lo spazio, la sperimentazione di una presenza che lascia intravedere il corpo come depositario di esperienza e di memoria, sedimentate in immagine.

Gli incontri si terranno presso Oblomov in Via Macerata, 58 – Roma
Quota di partecipazione: 4 euro ciascun incontro
E’ possibile prenotarsi mandando una mail a: info@collettivowsp.org

Il resto della notizia

19 dicembre 2010

18 dicembre 2010

5 domande cui ogni fotografo dovrebbe rispondere

Dal blog di Adolfo Trinca la traduzione di un interessante post di Scott Bourne apparso su photofocus.com.

Cinque semplici domande, almeno in apparenza, alle quali dare una risposta ci porta a riflettere su come consideriamo la fotografia e come consideriamo noi stessi in relazione con la fotografia.

Trovate le 5 domande qui

17 dicembre 2010

Canon Day a Officine Fotografiche



Il 18 dicembre 2010, Officine Fotografiche in collaborazione con Canon Italia e la rivendita "Il Fuoco della Fotografia di Luca De Bernardis" presentano il Canon Day.

L’evento si svolgerà presso gli spazi di Officine Fotografiche con la partecipazione di Camera Service Roma, Prolight-Equipment e lo staff di Tutto Digitale.

La giornata sarà dedicata ai test e alle prove gratuite delle attrezzature fotografiche del marchio giapponese, ma anche all’approfondimento dei tanti temi legati alla fotografia. In programma workshop dalla durata di un’ora tenuti sia dai tecnici Canon che dai docenti di Officine Fotografiche.

A disposizione dei visitatori, la nuova sede di Officine Fotografiche che ospiterà dalle ore 10.00 alle 18.00 diversi set fotografici con i tecnici di Camera Service i quali effettueranno gratuitamente un check-up delle attrezzature e la pulizia del sensore. Inoltre anche un “corner” espositivo per acquistare i prodotti Prolight e un bookshop fotografico gestito da dalla rivista Tutto Digitale.
Molte anche le offerte sui prodotti Canon, in vendita presso il corner de “Il Fuoco della Fotografia” dove si potranno ordinare anche tutte le novità di prodotto.

La partecipazione all’evento è totalmente gratuita, compresi i workshop che saranno effettuati con un limite massimo di 18 partecipanti. Per prenotazioni inviare una mail a info@officinefotografiche.org, specificando nome, cognome e workshop al quale si intende partecipare.

Sabato 18 dicembre 2010
Presso Officine Fotografiche
Via G. Libetta 1, Roma

Il resto della notizia e il programma della giornata

16 dicembre 2010

Mostra fotografica: Global Photography “From true stories”



From True Stories è il sottotitolo della collettiva Global Photography. Si tratta di un progetto espositivo ideato e proposto da Stefania Rössl e Massimo Sordi, una sorta di ampio osservatorio sulla scena fotografica internazionale che si è tradotto in una collettiva di autori provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1986 David Byrne, storico leader dei Talking Heads dirige il film True Stories. Direttore della fotografia era il teorico del banale quotidiano, William Eggleston. La mostra collettiva Global Photography riprende il titolo e i temi del film di Byrne ed Eggleston, ossia il racconto per immagini di storie che si muovono sul limite della realtà e della finzione. Come spiegano i curatori nel testo introduttivo al catalogo: «questa non è una citazione casuale. Tutt'altro. E' un riferimento che definisce lo spirito del progetto espositivo, in bilico tra storie vere e una visione di pura invenzione». In altre parole, storie vere o storie inventate, ma sempre tratte dal mondo reale. I curatori scrivono: «Di fronte alla proliferazione di immagini che costantemente ci vengono proposte come lettura dei principali fatti che accadono intorno a noi, questo progetto prende le mosse dalla consapevolezza che spesso gli insignificanti frammenti possiedono la capacità di rivelarci le esperienze più profonde».

Le fotografie sono racconti ripresi dalla realtà, soprattutto da quei piccoli insignificanti dettagli che assumono nuovi e differenti significati a seconda del punto di vista.

La mostra raccoglie diciotto autori che, con le loro immagini costruiscono percorsi culturali compositi. La dimensione intima del privato, così come la natura plurale della vita collettiva, realizzano un terreno comune, dove si confrontano, ciascuno attraverso una peculiare identità, i diversi immaginari fotografici presentati.

Vernissage: venerdì 17 dicembre ore 18.00
Intervengono i curatori, Massimo Sordi e Stefania Rössl.

La mostra Global Photography “From True Stories” prosegue:
Dal 19 dicembre fino al 15 gennaio 2011
Giorni: Dal lunedì al venerdì
Orari: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.30

Presso Officine Fotografiche
Via G. Libetta, 1 Roma

Altre informazioni

15 dicembre 2010

Mostra fotografica "Vintages 1972-1993" di Letizia Battaglia



Giovedì 16 dicembre s.t. foto libreria galleria inaugura la mostra Letizia Battaglia Vintages 1972-1993. Il vernissage sarà preceduto, a partire dalle 18.00, dall’incontro con la fotografa e con Giovanna Calvenzi, autrice del libro Letizia Battaglia. Sulle ferite dei suoi sogni, da poco pubblicato da Bruno Mondadori.

Letizia Battaglia, donna che non accetta etichette, determinata a essere coerente con i suoi ideali di libertà e giustizia, è la fotografa europea più premiata ma è anche editrice, politica, ambientalista, regista. Il suo nome è legato a quasi vent’anni di reportage a Palermo: le sue immagini hanno fermato la storia, quella delle guerre di mafia e contro la mafia. Al libro che ripercorre fin qui la sua vita, hanno voluto contribuire amiche e amici che hanno percorso con lei un pezzo di strada.

s.t. foto libreria galleria
via degli Ombrellari, 25 - Roma
dal 16 dicembre 2010 al 23 gennaio 2011
orari: da mercoledì a domenica 11:00-20:00; martedì 15:00-20:00.
durante le festività natalizie gli orari di apertura potranno subire delle variazioni

Il resto della notizia

14 dicembre 2010

Incontro con Pietro Masturzo e Carlo Maddalena



Zone d’Ombra presenta un incontro con Pietro Masturzo e Carlo Maddalena: "TEHRAN ECHOES - Echi di rivolta dall’Iran"

È il giugno 2009 quando in Iran scoppia la rivolta. Una rivolta innescata da elezioni farsa e che in pochi giorni attraverserà Teheran come un fiume in piena, nutrendosi della città stessa e dei suoi sogni, ingrossandosi e rimescolandosi in istanze diverse, non amalgamate, ma unite in un fermo desiderio di riappropriazione del presente. Pietro Masturzo e Carlo Maddalena, freelancers presenti in Iran in quei giorni, sono stati testimoni e al tempo stesso protagonisti di quella lotta, sfidando il divieto imposto ai giornalisti stranieri e rimanendo al fianco degli studenti che si riprendevano strade e tetti della città, in una battaglia carica di simbolismi e rimandi.

Tehran Echoes è il loro racconto di quei giorni: dalle colorate e vivaci manifestazioni pre elettorali, al giorno delle elezioni, fino alla protesta e alla brutale repressione che si è abbattuta sui cittadini della capitale provocando decine di morti e centinaia di feriti.

Giovedì 16 dicembre 2010, ore 20:45.
Via Bari 22. Roma
L’evento è organizzato in collaborazione con POSTCART.
La partecipazione è libera e gratuita.


Il resto della notizia.

Paul Zone: "Roaring Underground of New York"



Le foto di Paul Zone non mentono: sono scatti amatoriali, realizzati da quello che all'epoca era un ragazzo troppo giovane per stare dove stava, e troppo giovane per entrare a far parte della band del fratello, i The Fast. Il ruolo dell'escluso non gli piaceva: meglio quello del fotografo. I Ramones e i Blondie non si erano ancora costituiti che Zone già li fotografava, vendendo le foto a quelle che all'epoca erano le Bibbie dell'underground, e l'underground quel "posto sbagliato" dove tutti volevano stare. Pubblicava su Circus Magazine, Rock Scene e Andy Warhol's Interview. Non aveva neanche diciotto anni.

La Mondo Bizzarro Gallery è orgogliosa di presentare la prima personale italiana del più importante fotografo dell'underground statunitense: Paul Zone, l'uomo che ha immortalato un'epoca, che ne è sopravvissuto, e che è tornato per raccontarcela. E' stato nel posto sbagliato al momento sbagliato: ma noi non sapremo mai come bruciare e risplendere allo stesso modo.

Presso Mondo Bizzarro Gallery
Via Reggio Emilia 32 c/d - Roma
Dal 04/12/2010 al 22/12/2010
Lun-Sab 12:00-20:00 - Dom 16:00-20:00

Il resto della notizia

13 dicembre 2010

Landscape stories 02: Snow Blind



Da qualche giorno e' disponibile il nuovo numero della rivista online "Landscape stories".

Il numero 02 di Landscape Stories, Snow Blind, ha come tema il vuoto. Un percorso da zero a infinito con differenti interpretazioni e sfumature. Una narrazione labile che partendo dai bordi indugia nel buio alla ricerca di evanescenti e instabili orizzonti. Vuoto come attesa, sospensione, amnesia. Assenza, silenzio, rinuncia. Concetto assoluto, tenue immaterialità, pura vacuità. Simbolo, scarto, mancanza. Vuoto fisico, tangibile, reale. Intimo, psicologico, affettivo. Frustrazione per una speranza tradita, ricordo di ciò che è stato irrimediabilmente perso, smarrimento dei sensi.

Landscape Stories è un magazine on line libero e indipendente dedicato alla presentazione di storie e progetti fotografici.

Da qui e' possibile leggere il numero 02

Adobe rilascia LTR 3.3, ACR 6.3


Adobe ha recentemente rilasciato Lightroom 3.3, Camera Raw 6.3 and DNG Converter 6.3. Queste nuove versioni supportano i raw prodotti da 15 modelli di fotocamere usciti recentemente:

- Canon PowerShot G12
- Canon PowerShot S95
- Nikon D3100
- Nikon D7000
- Nikon Coolpix P7000
- Olympus E-5
- Panasonic Lumix DMC-GF2
- Panasonic Lumix DMC-GH2
- Pentax K-5
- Pentax K-r
- Ricoh GXR, GR LENS A12 28mm F2.5
- Samsung NX100
- Samsung TL350 (WB2000)
- Sony A560
- Sony A580

Sul sito di Adobe Labs e' disponibile il nuovo Lens Profile Downloader 1.0, che consente agli utenti di scaricare, e valutare i profili per la correzione delle aberrazione delle lenti prodotti da altri utenti.

Il resto della notizia

12 dicembre 2010

Washed

Washed
Washed di Long Jacket

E ora parla Martina: “Fotografi, meno presunzione”



Ora parla lei, Martina Colombari, showgirl, attrice e modella, dopo una settimana di feroce bombardamento dal Web sulla sua mostra di autoritratti, Martina In_visibile, alla Fondazione Forma di Milano.

Al telefono la voce, furibonda all’inizio, si calmerà nel tono nel corso di questa conversazione, ma non così la grinta con cui si difende e contrattacca.

Vedete un po’ voi.

Tutta l'intervista dal blog Fotocrazia di Michele Smargiassi

11 dicembre 2010

Inaugurazione mostra "L'occhio de L'Aquila"



Per inaugurare la propria programmazione culturale dedicata al linguaggio fotografico, Laboratori Visivi presenta il suo primo evento, "L'occhio de L'Aquila", che si svolgerà il 12 dicembre alle ore 18 presso s.t. foto libreria galleria, in Via degli Ombrellari 25 a Roma.

L’incontro, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura de L’Aquila, vedrà come protagonisti i tre fotografi aquilani Antonio Di Cecco, Danilo Balducci e Marco D’Antonio ed è stato realizzato in collaborazione con s.t. foto libreria galleria che lo scorso ottobre ha curato e ospitato la mostra di Antonio Di Cecco “Junkspace. Uno sguardo sul territorio aquilano” riguardante il piano “c.a.s.e.”, presentata al Festival Internazionale di Fotografia di Roma.

L’evento mira a stimolare, a più di un anno di distanza dal sisma che colpì la città de L'Aquila, una riflessione sulla capacità dello strumento fotografico non solo di documentare storicamente e socialmente gli eventi, ma anche di ”valutarli” attraverso lo sguardo personale e partecipativo del fotografo.

I tre fotografi saranno al centro di un dibattito, moderato dal giornalista di Repubblica Tv, Francesco Fasiolo, che fornirà le informazioni necessarie alla comprensione dello scenario nel quale le immagini sono state realizzate e del ruolo del fotografo in quanto testimone degli eventi, ma soprattutto in quanto professionista che osserva e “partecipa” alla realtà in cui vive.

I fotografi de "L'occhio de L'Aquila" offriranno al pubblico la possibilità di conoscere un territorio e la sua storia attraverso una testimonianza “privilegiata”, che non si esaurisce nell'immediata riconoscibilità del contenuto delle loro immagini, ma implica una visione del mondo e un'esperienza di vita diversa da tutti coloro che L'Aquila l'hanno vissuta solo al momento della catastrofe. L’Aquila per i tre fotografi non è infatti solo parte del proprio presente, ma anche del proprio passato e del proprio futuro, poiché essi appartengono a quel territorio quanto quel territorio appartiene alle loro vite.

Domenica 12 dicembre ore 18;00
presso s.t. foto libreria galleria
Via degli Ombrellari 25 - Roma
L’ingresso è gratuito


Il resto della notizia
La notiza sul sito di s.t. foto libreria

10 dicembre 2010

Aggiornamento Hipstamatic 185 e Levi's Goodpak



Da qualche giorno e' disponibile l'aggiornamento alla versione 1.85 della nota applicazione per Apple iPhone per scattare fotografie dal look retro.

Questa nuova versione non introduce in pratica nessuna nuova funzione, si limita a risolvere alcuni occasionali malfunzionamenti e dovrebbe rendere piu' rapido il processo di "sviluppo" delle foto.

In giornata dovrebbe anche essere reso disponibile per l'acquisto il Levi’s® Photo Workshop Holiday GoodPak, che dovrebbe comprendere una nuova skin per l'applicazione, una nuova lente e una nuova pellicola da usare con l'applicazione Hipstamatic...

Informazioni sulla nuova versione 185
Informazioni sul nuovo Levi’s® Photo Workshop Holiday GoodPak

09 dicembre 2010

Mandeep si mette in mostra



A poco piu' di due anni dall'apertura, Mandeep mette in mostra il meglio delle sue produzioni e delle opere che rappresenta, una sorti di "Best Of" per vedere insieme le immagini di Pietro Masturzo, Collettivo Terraproject, Rob Hornstra, Lorenzo Maccotta, Giovanni Lami, Luca Spano e altri ancora.

Tra fotografia documentaria e fotogiiornalismo, un'occasione per discutere di quanto e' stato fatto e quanto rimane da fare.


Per tutto il mese di dicembre la libreria Mandeep a San Lorenzo vi offre uno scontro del 10% piu' un omaggio per ogni acquisto tra i libri in catalogo, approfittatene!!!

A partire dal 9 dicembre 2010
Presso Mandeep
Via dello Scalo San Lorenzo, 55
Roma


Altre informazioni sul sito ufficiale

Mostra fotografica "AUSENCIAS" di Gustavo Germano.



In commemorazione del 10 Dicembre, 62º Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e nell’ambito delle attività organizzate in occasione del Bicentenario della Revolución de Mayo (1810-2010), l’Ambasciata Argentina ha organizzato l’inaugurazione della mostra fotografica che avrà luogo presso il 10b Photography Gallery.

In occasione del Bicentenario, l'Ambasciata Argentina ha organizzato durante l’anno manifestazioni che rispecchiano le varie fasi storiche del nostro paese. Una di queste fasi é la pagina più drammatica della storia argentina, ovvero la dittatura militare che provocò migliaia di desaparecidos.

E' per questo che l’Ambasciata ha scelto, a chiusura delle attività commemorative, il progetto espositivo "Ausencias" (Assenze) come modo di rendere omaggio alle vittime argentine e italiane di quell'implacabile terrorismo di Stato.

Con enorme sensibilità il fotografo argentino Gustavo Germano, partendo dal materiale fotografico di alcuni album di famiglia, illustra quindici casi attraverso i quali si dà un volto all’universo di coloro che non ci sono più: attivisti politici, studenti, operai, professionisti, intere famiglie.

Trent’anni dopo, Germano accompagna con la sua macchina fotografica i parenti e gli amici negli stessi luoghi dove furono scattate quelle foto, che lui ricompone mettendo in risalto l’assenza delle persone scomparse; essi stessi rivendicano lo spazio che avrebbero dovuto occupare le persone amate.


Inaugurazione: 9 dicembre 2010, ore 18:00
apertura lun-ven 10:00 - 13:30 | 15:00 - 18:30
dal 10 al 23 dicembre 2010

presso 10B PHOTOGRAPHY
Via San Lorenzo da Brindisi 10b - Roma


Il resto della notizia

08 dicembre 2010

Nikon Day



FotoForniture Guido Sabatini ha organizzato il giorno 9 dicembre 2010, in collaborazione con Nital S.p.A., un Nikon Day, ovvero una giornata dedicata al mondo professionale, ma non solo, dell’immagine fotografica e digitale. Ovviamente targata Nikon.

In questa occasione verrà presentata – e sarà naturalmente possibile provare - la completa gamma di reflex digitali, composta dalla nuovissima Nikon D7000, dalla Nikon D3100, dalla Nikon D3s (TIPA Best D-SLR Professional 2010), dalla Nikon D3x (TIPA Best D-SLR Professional 2009) e dalle D700, D300s, D90 (TIPA Best D-SLR Advanced).

Naturalmente non mancheranno gli accessori e gli obiettivi Nikon, che costituiscono il Sistema Fotografico più completo al mondo, si potranno provare anche il magnifico AF-s 200-400 VR II e l’AF-s 400/2.8.

L’evento si svolgerà il giorno 9 dicembre 2010 dalle ore 10:00 alle 19:00 presso il punto vendita in via Germanico 168/A a Roma.

Altre informazioni sul sito dell'organizzatore

07 dicembre 2010

10 anni senza Mario Giacomelli



Michele Smargiassi con questo articolo sul suo blog "Fotocrazia" sul sito de "La Repubblica.it" ci ricorda che sono trascorsi 10 anni dalla morte del grande fotografo Mario Giacomelli.

L'articolo sul decennale della morte di Giacomelli
Il sito ufficiale dell'indimenticato fotografo

06 dicembre 2010

“Impronte di luce: fotografia e performance” – Spunti teorici con Samantha Marenzi



Il progetto Impronte di luce, che nella passata stagione ha proposto un ciclo di laboratori pratici di Fotografia Primordiale, apre quest’anno degli spunti di riflessione teorica sulle tracce lasciate da alcuni protagonisti della fotografia del Novecento.

Nell’ambito di una ricerca in corso sulla relazione tra fotografia e performance, Samantha Marenzi propone la lettura, teorica e visiva, dell’opera di fotografi e fotografe che hanno animato questo territorio, con l’intenzione di condividere una visione trasversale e non tecnicista di alcuni aspetti della cultura fotografica.

7 Dicembre h 19.00 Arnold Genthe – Pittorialismo e Danza libera nei primi anni del Novecento

Nei primi anni del Novecento l’immagine fissa si fa luogo privilegiato della trascrizione delle ricerche sul corpo in movimento. Il sodalizio tra fotografi pittorialisti, impegnati nella rivendicazione della fotografia come arte, e danzatori alla ricerca di una via di rigenerazione staccata dai tecnicismi del balletto, apre uno spazio di creazione che stabilisce rapporti nuovi tra il tempo, il corpo e l’immagine. Questo laboratorio creativo internazionale coinvolge in America i Foto Secessionisti e assume un taglio tutto particolare nel lavoro di Arnold Genthe con i protagonisti della nuova danza, e, in particolare, con Isadora Duncan.

I 3 incontri si terranno presso Oblomov in Via Macerata, 58 - Roma
Quota di partecipazione: 4 euro ciascun incontro
E’ possibile prenotarsi mandando una mail a: info@collettivowsp.org


Il resto della notizia

05 dicembre 2010

Presentazione progetto collettivo Reportage Italia presso OF



Lunedì 6 dicembre ore 19 presso l'associazione culturale Officine Fotografiche sara' organizzato un incontro con gli organizzatori dl Reportage Italia, un progetto collettivo che nasce e si diffonde sul web con l’obiettivo di raccontare l'Italia attraverso storie, racconti, fotografia e video.

Reportage Italia è un progetto che vive nel web e aderisce allo slogan dello “slow journalism”. Un nuovo modo di giornalismo che si richiama alla tradizione dei reportage di approfondimento confezionati senza la fretta dell'ultima notizia. La nuova formula è quella di coinvolgere sempre più gli utenti, chiedendo una piccola sottoscrizione per finanziare il viaggio. Un modo nuovo, sulla scia di quanto già succede nei siti di fotogiornalismo statunitensi, per lavorare ed informarsi on line.

Reportage Italia, online dal 15 novembre è il frutto del lavoro di un collettivo di giornalisti e fotografi: Emiliano Mancuso, fotografo di Contrasto, Andrea Milluzzi e Laura Eduati, giornalisti di Liberazione, e Davide Vari', giornalista degli Altri e Calabria Ora.

Officine Fotografiche – Associazione Culturale
Via G. Libetta, 1 – Roma
Lunedì 6 dicembre 2010 ore 19:00

Il sito ufficiale di Reportage Italia
Il sito ufficiale di Officine Fotografiche

04 dicembre 2010

I risultati del concorso "A year in square"



Il primo numero speciale di Square Magazine e' online, contiene i vincitori del concorso "A Year in Square" organizzato in collaborazione con Lomography.

I vincitori riceveranno una Diana Mini e le loro immagini saranno pubblicate nel libro di Square Magazine di prossima uscita.

Ecco l'elenco dei vincitori: Yoann Blanc – Candice Hazouard – Erin Woodgate – Ben Galvin – Frances Beatty – Tania Blázquez Andreu – Zöe Gruszeckyj – Volodymyr Kolbasa

Il resto della notizia
Vedi il numero speciale

03 dicembre 2010

PhotographyBB Online Magazine – Numero 34



Da qualche giorno e' disponibile online il nuovo numero gratuito di questa interessante rivista da scaricare e consultare sul proprio computer.

Scaricate il nuovo numero da qui

Test comparativo Canon G12, Nikon P7000 e Panasonic LX-5



Interessante test comparativo del fotografo statunitense Thom Hogan tra le fotocamere compatte al top della gamma: Canon Powershot G12, Nikon P7000 e Panasonic LX-5

Leggi il test qui

02 dicembre 2010

Presentazione del nuovo numero di RVM presso OF



Venerdì 3 dicembre 2010 ore 19, presso Officine Fotografiche, i direttori editoriali, Irene Alison e Arianna Rinaldo, presentano i nuovi numeri di RearViewMirror e OjodePez. Seguirà la proiezione, I Love Too much di Giuseppe Moccia, vincitore del Premio OjodePez for Human Values con il progetto fotografico The Wednesday Kid.

Quali sono i simboli del nostro tempo? Quale linguaggio scegliamo per rappresentarli? Quando l'inseguimento di un'icona - di uno status, di un simbolo religioso, di un marchio, di una bandiera - si trasforma in idolatria? Icons or Idols? è il nuovo tema di RVM!

RearViewMirror è una rivista quadrimestrale, dedicata al reportage giornalistico. Divisa in tre sezioni, presenta lavori inediti accompagnati da testi che prendono spunto dalle foto pubblicate, per guidare il lettore in un percorso narrativo. La rivista, della Postcart edizioni, è diretta da Irene Alison, giornalista professionista.

Officine Fotografiche – Associazione Culturale
Via G. Libetta, 1 – Roma
Venerdì 3 dicembre 2010 ore 19:00

Il sito ufficiale della rivista RVM
Il sito ufficiale di Officine Fotografiche

Mostra del vincitore 1° premio ars-imago



Venerdi 3 Dicembre alle ore 19:00 presso la Foto Libreria Galleria s.t. ci sara' l'inagurazione della mostra della vincitrice del concorso Marta Bevacqua "Representations in four simple windows".

Saranno proiettati anche i lavori che hanno ricevuto le menzioni di merito da parte della giuria.

Venerdi 3 Dicembre ore 19:00
presso Foto Libreria s.t.
Via degli Ombrellari 25 - Roma


Le gallerie dei lavori premiati
Il sito ufficiale di ars-imago
Il sito ufficiale di s.t. foto libreria galleria

Giornalisti e fotografi: lavorare insieme per l'editoria

Il Centro Sperimentale di Fotografia organizza un seminario gratuito a cura di Roberta Carlini (giornalista, freelance) sul tema: "Giornalisti e fotografi: lavorare insieme per l'editoria".

"Di mestiere cerco e scrivo. Faccio la giornalista dall'88. Mi occupo di economia, società, lavoro, politica economica. Per molti anni ho lavorato a il manifesto: lì ho fatto parecchie cose, anche il vicedirettore per sei anni. Dal 2004 faccio inchieste per L'espresso. Collaboro anche con altri giornali, radio, programmi tv. Non mancano i siti”. Roberta Carlini.

Venerdi 3 dicembre 2010 ore 18,30
Presso Centro Sperimentale di Fotografia
Via Biagio Pallai 12 - Roma
tel.fax: 06/5344428 - 338/5785977
Ingresso libero


Altre informazioni
Il sito di Roberta Carlini

01 dicembre 2010

Polemiche per gli autoscatti di Martina Colombari



Pose decisamente sexy e momenti di vita quotidiana: Martina Colombari fotografa se stessa e i suoi scatti sono esposti alla Fondazione Forma di Milano, dal 24 novembre, nella mostra "In-visibile". Spiega il fotografo Settimio Benedusi: "Non le ho insegnato nulla: ho solo impostato la macchina e le ho chiesto di fare le inquadrature sempre orizzontali, per avere se non altro questa minima uniformità stilistica. L’ho spinta a dimenticarsi della macchina fotografica, le ho parlato di varie fotografe e le ho chiesto di essere semplicemente vera e sincera. Ma soprattutto le ho chiesto di usare la macchina fotografica per esplorare sé stessa, di far diventare quella scatoletta uno strumento per conoscersi. Martina è stata straordinaria".

Tutto questo non e' stato apprezzato da alcuni operatori del settore, qualcuno ha lanciato una petizione contro questa iniziativa. Maurizio G. De Bonis ha scritto un articolo intitolato "Un (vero) incubo fotografico alla Fondazione Forma di Milano" al riguardo.

Chissa' la bella Martina cosa pensa di tutto cio'?

La galleria con le foto in questione
L'articolo di Maurizio G. De Bonis